13 novembre, 2017


Mohammed nel suo paese era sarto e con una web app di nome Mygrants ha raccolto i 400 euro necessari per una macchina da cucire e ora lavora con altri 8 ragazzi che lavorano con lui e rifornisce un negozio di Poggibonsi con le sue creazioni. A Ouagadougou un fablab burkinabè lavora insieme a due fablab italiani per migliorare la produzione di riso e la raccolta del miele dei produttori locali.

Queste sono solo due delle storie, presentate a Bologna e Milano, di tecnologia digitale usata nell’accoglienza e nella cooperazione. A Bologna si è tenuta nella sede di Open Group “Welcome to digital inclusion“; a Milano, a BASE, gli Open Days per l’innovazione.

L’approfondimento di Pensatech sulsito di Radio Città del Capo



news
13 novembre, 2017
Pensatech vi racconta i progetti presentati a Bologna e Milano sulla tecnologia digitale usata nell'accoglienza e nella cooperazione
2 novembre, 2017
Bologna 7 novembre 2017 - Un percorso rivolto ai professionisti del settore sociale e comunicazione per approfondire l’utilizzo attuale e futuro degli ...
21 ottobre, 2017
“È superato il monopolio della Siae in materia di raccolta dei diritti d’autore” recita il comunicato stampa del Consiglio dei Ministri del 13 ...
Translate »
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto